Scrivere, ancora

Devo prendere l’abitudine di girare con carta e penna e annotarmi tutti i pensieri che mi arrivano senza preavviso. Ero in macchina e come al solito parlavo con me stessa e mi accorgo di avere sempre l’urgenza di scrivere quello che mi passa per la testa. Ho il timore di dimenticarlo e puntualmente succede. Ho anche il timore di non essere più in grado di scrivere e credo sia la paura stessa ad impedirmi di provarci davvero. Mi spaventa il fallimento. Penso che se non sono più capace di fare l’unica cosa che mi è sempre riuscita bene, cosa ne sarà mai di me? Sono anni ormai che mi faccio questa domanda ma invece di cercare una risposta ho preferito occupare il tempo in faccende di dubbia utilità e piacere. Mi occupo. Si. Mi occupo con qualsiasi incombenza possibile pur di non prendere in mano la mia vita, pur di non affrontare il mio fallimento. Preferisco raccontarmi una bugia, dirmi che se avessi tempo scriverei un libro, magari due, o riempirei un blog di poesie. Ah, se avessi tempo. La trappola più antica del mondo, la più efficace e pericolosa nella quale si possa cadere. Uscirne richiede un notevole sforzo, ore, giorni di pratica e lavoro su se stessi. Ma mettersi alla prova è già di per sé una vittoria. Scrivere male, ma scrivere. Fare quella cosa che un tempo ci riusciva bene, sentirsi un po’ impacciati ma non demordere, andare avanti, riconoscersi di nuovo e scacciare via quell’idea di se stessi che ci vede come perdenti solo perché ce ne siamo convinti. Ma poi, cosa vuol dire ho fallito? Si può davvero considerare un errore? Non credo. Siamo tutti esseri complessi e profondi, pieni di botole e caverne ancora inesplorate. Cosa veramente sappiamo di noi stessi se restiamo aggrappati a quelle poche certezze che crediamo ci rendano unici? Io sono, io faccio. E se un giorno non ci riesco più?

Quando ero piccola sognavo di fare la scrittrice, oggi lavoro come impiegata/segretaria/addetta al caffè di un piccolo ufficio. Mi sento un’estranea. Se avessi fatto la scrittrice mi sentirei diversa? O se avessi studiato giornalismo come desideravo, oggi sarei qui a farmi tutte queste domande? Sicuramente me ne starei facendo altre, analoghe. Siamo chi scegliamo di essere in momenti diversi della vita. Quando ho scelto di lasciare l’università e andare a fare la cameriera, è stata la scelta migliore che potessi prendere in quel momento. Non fa niente se me l’hanno rinfacciata le persone a me più care al mondo. Quella scelta mi ha portata qui, ad un passo dal prenderne un’altra che nuovamente mi porta a stravolgere tutto.

Scelte, scelte. Alcune non le prendiamo liberamente e finiscono sempre per rivelarsi fallimentari anche se necessarie. Altre le prendiamo per noi stessi e sono quelle migliori, quelle che aprono mille porte con una folata di vento e per questo spaventano come poche cose riescono a fare.

Ecco, ho scritto. Avevo così paura di farlo, di non sentirmi all’altezza, di non riuscire a tirare fuori le parole dalla pancia. E invece ecco. Ho scritto. Male, bene. Ma l’ho fatto. E mi sento meglio.

2 pensieri su “Scrivere, ancora

  1. Questo post me lo sono riletto un paio di volte e gustato per bene…è scritto col cuore e questa cosa la si legge in ogni parola 🙂
    …allora ben vengano le scelte come folate di vento, quelle che spettinano i capelli e mandano via i pesi inutili…se ci rendessimo conto che a volte basta soltanto aprire una finestra per stravolgere tutto…forse le apriremmo di più…il problema è ricordarsene (in questi casi io mi sento sempre come se fosse la prima volta) e accettare il rischio del vento piuttosto che della calma piatta 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...